Deutsch Français English Italiano

Concetto e obiettivi

Concetto

L’astronomia sta vivendo un’era di entusiasmanti scoperte, che forniscono risposte alle domande fondamentali che l’umanità si pone da secoli: la comprensione della nascita del nostro universo, la ragione della sua struttura su larga scala e la formazione delle galassie. Stiamo cominciando a osservare direttamente i fenomeni ultra-energetici che si registrano vicino i buchi neri e gli altri oggetti compatti e a capire le relazioni simbiotiche tra le galassie e i propri buchi neri. Sono stati scoperti centinaia di sistemi planetari attorno alle stelle e nei prossimi due decenni, con ogni probabilità, scopriremo pianeti simili alla Terra e, forse, l’esistenza di forme di vita nella loro atmosfera. Inoltre l’esplorazione del nostro Sistema Solare ci sta conducendo verso pianeti sempre più suggestivi, quali Mercurio, Marte, Titano e Plutone. Alla base di queste scoperte c’è lo sviluppo delle grandi infrastrutture di ricerca e delle tecnologie ad esse associate: gli osservatori ottici da terra, quelli di radioastronomia e per i raggi cosmici, le missioni spaziali, gli “osservatori virtuali” per l’analisi dati e le facilities per elaborazioni su larga scala. Andando ad analizzare le nuove infrastrutture proposte e le relative dimensioni, i progetti di costruzione e i costi operativi, si evince come le più grandi facilities dei prossimi 20 anni avranno una dimensione globale. E’ perciò necessario che la scelta e lo sviluppo di queste facilities sia basata su una supervisione chiara delle priorità scientifiche e delle sinergie tra esse e che il loro design, la costruzione, l’attività e lo sfruttamento scientifico si basi su un piano comprensibile e concordato, al fine di ottimizzare l’impiego delle risorse umane e finanziarie d’Europa. La “mission” di ASTRONET è indirizzare questo compito. Nato nel 2005 come un consorzio tra le più grandi agenzie per l’astronomia in Europa, comprese l’ESA – European Space Agency e l’ESO – European Southern Oservatory, ASTRONET ha beneficiato di fondi ERANET da parte della Commissione Europea per il periodo 2005/2010. Già in questo primo periodo sono state poste le basi per un importante slancio. La visione dominante di ASTRONET è allo stesso tempo semplice e dotata di un’ambizione senza precedenti: stabilire un meccanismo di programmazione strategica per tutta l’astronomia Europea per i prossimi 5/25 anni. Essa comprende obiettivi scientifici che vanno dal Sole e Sistema Solare fino ai confini dell’Universo osservabile, nonché la ricerca di strumenti dal settore radio ai raggi-gamma e particelle, tanto da terra quanto dallo spazio; ma anche teoria ed elaborazione dati, ricerca, formazione e reclutamento delle risorse umane necessarie. E, molto importante, ASTRONET mira ad incorporare tutte le comunità astronomiche e le agenzie di finanziamento competenti sul nuovo scacchiere europeo. Malgrado le sfide formidabili di istituirsi, per la prima volta nella storia europea, come un piano onnicomprensivo, ASTRONET ha raggiunto quest’obiettivo con la pubblicazione della sua roadmap delle infrastrutture nel novembre del 2008. Dopo aver conseguito questo notevole risultato, la nostra ambizione può ora guardare avanti, procedendo con il piano di attuazione. Questo è un nuovo passo molto significativo verso l’integrazione europea della gestione delle risorse europee, nonché un obiettivo molto ambizioso. Allo stesso tempo, vogliamo rafforzare la funzione coordinativa sperimentata da ASTRONET, trasformandola in un elemento permanente dell’astronomia europea.

Obiettivi del progetto

Dato il via ad un grande accordo, è ora necessario consolidarlo e svilupparlo ulteriormente. Abbiamo pianificato una visione dei nostri obiettivi scientifici di lungo termine e una roadmap delle facilities e delle risorse di cui abbiamo bisogno per perseguire questi scopi. Entrambi i documenti avranno una validità di lungo periodo, sebbene si renderanno necessari alcuni aggiornamenti dopo circa 5 anni, in considerazione dello stato di avanzamento del presente piano. L’obiettivo primario è stabilire un meccanismo permanente di pianificazione e di coordinamento nell’astronomia europea, un compito che necessita di azioni di sostegno per molti anni. Questo è il nostro primo obiettivo. Un secondo, fondamentale, ma senza alcun dubbio difficile obiettivo è lo sfruttamento e l’implementazione della roadmap. Per renderlo attuabile, sono già in corso studi preparatori per alcune delle più grandi infrastrutture, è il caso ad esempio degli aspetti legali e delle questioni relative alla gestione. Tuttavia resta la necessità di un generale coordinamento tra tutte le agenzie europee in un forum comune, al di là dei programmi finanziati dalla Commissione Europea attualmente in corso. L’obiettivo deve essere quello di realizzare le nuove facilities necessarie per raggiungere i nostri obiettivi scientifici, che allo stesso tempo ottimizzino i programmi esistenti, sia da un punto di vista scientifico che finanziario – non solo le facilities comuni come quelle di ESO o ESA, ma anche la gamma di risorse nazionali. Il nostro secondo obiettivo è, quindi, fare un maggiore passo verso questo processo. Sono state pianificate 4 azioni per rafforzare il coordinamento delle politiche nazionali:

- Follow up della roadmap. Tale azione include il coordinamento su determinati progetti come CTA (Cerenkov Telescope Array) o SKA (Square Telescope Array), che al momento non hanno basi organizzative al di là dei contratti comunitari, che hanno una durata limitata: monitorare i cambiamenti nel contesto globale scientifico e/o tecnologico, che possano richiedere un aggiornamento o addirittura la revisione della roadmap o della visione scientifica; segnalazioni sulla roadmap riguardanti l’Astrophysical Software Laboratory, l’Osservatorio Virtuale e il laboratorio di astrofisica; o meglio ancora un coordinamento complessivo dei telescopi europei di classe 8-10m. Ciò include anche le azioni comuni per rendere effettive le segnalazioni derivanti dalle revisioni dei telescopi 2-4m, così come le azioni di informazione e diffusione. Vanno favorite anche ulteriori azioni comuni per l’organizzazione e i ritorni scientifici delle più grandi infrastrutture europee.

- Definizione di un meccanismo auto-sostenibile per il coordinamento dell’astronomia europea. E’ necessaria una struttura coordinata e permanente a livello europeo. Tuttavia un tale meccanismo necessita di essere definito e concordato.

- Integrazione dei nuovi paesi membri U.E. nel futuro dell’astronomia europea. Molti dei paesi che si sono uniti ad ASTRONET solo recentemente non sono ancora completamente integrati. Ciononostante, resta la necessità di reclutare da tutta Europa gli astronomi che vogliono costruire e sfruttare le nuove grandi facilities. Verranno quindi posti in essere sistematicamente tutti gli sforzi appropriati per integrarli completamente nella realizzazione della Science Vision.

- Scambio di informazioni. E’ necessario costruire un database sulle questioni fondamentali dell’astronomia nei paesi europei (come ad esempio budget, numero di astronomi, ecc.) e sull’organizzazione e le modalità di gestione. Dovranno essere altresì incoraggiati i legami con altre iniziative europee (I3s, studi di design, programmi di formazione, ERA-NETs).

Latest Events

New ASTRONET Board :

On 9 Dec 2016, the new ASTRONET Board has hold its first meeting at ESO headquarters, celebrating the signature of the new Memorandum of Understanding and the continuation of a success story for the coordination of national funding agencies and international organizations for Astronomy in Europe. ASTRONET is now ready for a self-sustainable organization, the first step being to complete within a few weeks the representation of many additional national agencies in Europe that have indicated their intention to join.

Picture l.t.r.:

http://www.astronet-eu.org/IMG/jpg/...

Conny Aerts (Belgium, FWO), Denis Mourard (France, CNRS), Ronald Stark (The Netherlands, NWO), Colin Vincent (United Kingdom, STFC), Rob Ivison (ESO), Saskia Matheussen (The Netherlands, NWO), Luca Valenziano (Italy, INAF, participation by visioconf)

MoU ASTRONET :

Astronet publishes reports :

ASTRONET publishes several reports as the ERTRC "Report on the implementation of the radio telescope review committee recommendations". Please see Menu/Resources/Document Archives/Publications/ASTRONET FP7 or click here: http://www.astronet-eu.org/spip.php...

Letter of Intent :

Please find the «Letter of Intent» in the Private Area (Templates)

The Next Decade :

A special session «ASTRONET 2015-2025 - The Next Decade» at EWASS 2015 was held in La Laguna on 24 June 2015.

ASTRONET LAUNCH EVENT :

ASTRONET was started in 2005 and supported by the EU under FP6 and FP7 to establish a permanent mechanism for the coordination of the investments in European astronomy. This initial period produced a Science Vision and a Roadmap that covers scientific topics from the solar neighborhood to the limits of the observable Universe and also engaged virtually all astronomical communities and funding agencies in Europe in this coordination.

Having completed these major steps, ASTRONET is now prepared to launch its permanent successor in order to continue the science-based strategic planning for the development of all European Astronomy. The ASTRONET LAUNCH EVENT was held at the OBSERVATOIRE DE PARIS on 17 June 2015.

Board meeting June 2015 :

The Board Meeting No. 5 was held on 17 June in Paris.

Update Science Vision :

Please find here the final, published update to the ASTRONET Science Vision: http://www.astronet-eu.org/IMG/pdf/...

Update Infrastructure Roadmap :

Please find here the final, published update to the ASTRONET Infrastructure Roadmap: http://www.astronet-eu.org/IMG/pdf/...

Overview of proposal deadlines :

ASTRONET offers here an overview of proposal deadlines concerning current and forthcoming calls for proposals issued by ASTRONET partner agencies including timescales and thematic constraints. Also listed are permanently open funding programmes of ASTRONET agencies. This overview (ASTRONET’s Task 5.4) is meant to provide information for interested transnational research groups on European wide funding opportunities in order to foster coordinated funding of transnational research projects: http://www.astronet-eu.org/IMG/pdf/...